Warage vs Rifts

L’ambientazione di “Warage l’Alba degli Eroi” per Savage Worlds è uscita a Luccacomix 2014 da una collaborazione fra GGstudio e District Games (già autrice del gioco di carte di Warage). Sulla savagepedia italiana potete trovare un’avventura gratuita (link), la mappa e le schede personaggio (link), persino alcune schede personaggio precompilate (link).

Cos’è Warage10252063_773167562725158_5352566748283934153_n

In Warage puoi giocare razze come Angeli (tutti identici, volano con ali piumate, hanno la pelle bianca, una coscienza collettiva e una predisposizione per la fonte magica del Prana) ; Elfi  (i classici elfi fantasy agili e carismatici) ; Goblin (caotici, inclini alla follia, furtivi e agilissimi) ; Kurdon (robusti automi creati con intelligenze artificiali) ; Mutaforma (infidi umanoidi infiltratori che possono imitare i tratti somatici e fisici delle altre razze) ; Nani (classici nani fantasy vigorosi, tozzi, barbuti e cocciuti) ; Orchi (classici orchi fantasy, forti, brutali e poco intelligenti) ; Tritoni (squamosi umanoidi anfibi che tendono a vivere isolati dalle altre razze e dalla tecnomanzia) ; Umani (adattabili e tendenzialmente avventurieri) ; Vordulak (silenziosi demoniaci e letali, questi mostri oscuri assetati di sangue hanno tre paia di occhi e un istinto da voraci cacciatori in branco)

In poche parole Warage è un cyber-fantasy. Un fantasy che vede fondersi e scontrarsi i poteri naturali delle varie forme di magia sacra e stregoneria (Energia Divina e Prana) contro i poteri artificiali della tecnologia meccanica e cibernetica (Aether e Tecnomanzia).

E’ un po’ come se prendessimo i personaggi della nostra ultima campagna di D&D e ci chiedessimo.. come si comporterebbero se nel loro mondo esistessero anche archibugi, fucili a pompa, mitragliatori ad energia, armi ed armature meccaniche retrattili e persino campi di forza e innesti bio-meccanici? Ah, non vi basta? Qualcuno preferirà il caro vecchio cavallo, ma perchè non spostarsi con una carrozza meccanica a propulsione (autonomia di 700 km con 40kg di Carboleum) o un’agile motocicletta steampunk (autonomia di 250 km con 20 Kg di Carboleum)?

Warage è il “Rifts” italiano?

C’è un altro cyber-fantasy di cui si parla molto in questo periodo, l’ambientazione di “Rifts” per Savage Worlds in corso di pubblicazione (di cui abbiamo già parlato qui: link). Ebbene c’è qualcuno che dice che Warage potrebbe essere paragonato ad un “Rifts” Italiano. Beh, la comparazione non è facilissima, anche perchè Rifts di fatto non è ancora uscito, ma vediamo un po’ di argomentazioni:
– SI: Entrambi fantasy classico con alto livello di magia con infiltrazioni di alta tecnologia sia meccanica che ad energia. Entrambi vantano una ricca storia del mondo e molte razze giocabili.
– NO: Warage si gioca su una mappa fantasy, e per quanto dettagliata e ampliabile si tratta di un mondo finito, mentre Rifts parte dal mondo reale (è previsto persino un manuale di approfondimento sul Nord-America) e si collega tramite i “rifts”, i portali dimensionali ad infiniti mondi, culture, tempi storici, con usi costumi, razze, tecnologie e pericoli completamente diversi. Warage vanta disegni e figure di altissima qualità grazie al fatto di provenire dall’omonimo gioco di carte mentre dalle poche anteprime sembra che Rifts disponga di una serie di artwork dalla qualità altalenante.

In conclusione, io stavolta sono dalla parte del “NO”. Per quanto i due mondi abbiano alcuni punti in comune, a mio parere Warage è più un fantasy che tenta di avvicinarsi allo steampunk, mentre Rifts sembra più un cyberpunk che tenta di avvicinarsi al fantasy.

8718123610_09e70f6d90_z1

Diverse ma Compatibili

Il fatto che siano Diverse non esclude però che siano Compatibili! Se Warage parte dal fantasy per tendere allo steampunk e Rifts parte dal cyberpunk per tendere al fantasy, nulla vieta che potrebbero infine convergere in qualcosa di unico. Personaggi di Rifts potrebbero attraversale un portale e finire nel mondo di Warage, oppure i personaggi di Warage potrebbero sviluppare la tecnologia dei portali dimensionali e confluire nelle avventure di Rifts.
Non è la prima volta che si parla di avventure “crossover” fra due o più altre ambientazioni, e queste due sono sicuramente abbastanza vicine da rendere piuttosto facile il  lavoro del Narratore che abbia voglia di provarci. Senza contare che in questo modo potrebbe usufruire del materiale pronto “avventure, personaggi e approfondimenti locali” sia dell’una che dell’altra ambientazione!

Commento dell’autore

Chiediamo a Gilbert Gallo, uno degli autori di Warage per Savage Worlds, cosa ne pensa di questa analisi comparativa:


fotogilbertCondivido pienamente l’analisi e le conclusioni alle quali è giunto il buon Richard, di sicuro dall’interazione fra i due setting potrebbero nascere moltissimi spunti interessanti. Premetto che conosco poco l’universo di Rifts (che è un brand Palladium che va avanti da oltre venti anni) ma per quel poco che ne so mi sento di dire che quello di Rifts è un universo estremamente “caotico” ove continuamente si creano “aberrazioni” e “paradossi” che i protagonisti volenti o nolenti dovranno affrontare. Mi ricorda molto Nemezis, se aggiungete una pesante componente Fantasy. Ragion per cui vedrei quel setting adatto a chi voglia giocare campagne fast and furious, senza un attimo di respiro.

Warage, al contrario, è un universo “coerente” ove tecnologia aliena e magia estrema (pur opponendosi come Yin e Yang) hanno trovato un loro equilibrio e creato molte diverse “regioni”, ognuna con un suo sapore particolare. Esseri cibernetici camminano al fianco di Angeli senza doversi necessariamente picchiare. Orchi con spadoni a due mani revolver (le famose Gunblades) possono bersi una birra assieme ai Vordulak vampiri. E’ un mondo ove potete ambientare qualsiasi tipo di campagna (da quella fast and furious a quella tranquilla e rilassata) spaziando in più generi: cyberpunk, steampunk, western (stile Wild, Wild West), sword and sorcery, high fantasy.

Rifts lo consiglierei a chi voglia giocare avventure focalizzate sul “lotta o muori” e su quella sana xenofilia anti-aliena che caratterizzava i cartoni anni ’80. Warage è un setting di ampio respiro ove più generi e stili convivono, offrendo una più ampia gamma di stili di gioco: dall’assalto pirata alle navi volanti al dungeon crawling passando per la trafugazione di tecnologie aliene e duelli fra pistoleri alla mezzogiorno di fuoco.

Qualunque sia la vostra scelta, stay savage!
Gilbert Gallo


Ringraziamo Gilbert per il suo intervento e ci vediamo al prossimo articolo!
Stay Savage!

Richard Mardoc

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...